STAGIONE DI BALLETTO 2006-2015

Il progetto, al suo secondo anno di attività, nasce dalla trasformazione di Vetrinadanza. La Stagione vede una programmazione articolata da gennaio a luglio divisa per sezioni, tipologie e luoghi diversi: al Teatro Sociale da gennaio ad aprile, al Teatro Studio da aprile a maggio, in villa Badoer a Luglio. Diversi spazi e sezioni strettamente collegati fra loro da un unico progetto culturale, con proposte di alto livello qualitativo, per trasmettere un quadro vivido di quello che è oggi il mondo della danza nelle sue molteplici sfaccettature.

PERCORSI D'AUTORE 2007

Percorsi d'Autore, nasce nel 2004 a Venezia da un'idea di Michela Barasciutti , si presenta come una vetrina di “nuovi autori”, esclusivamente dedicata alle nuove voci della danza contemporanea, pensata per offrire e dare spazio alle nuove espressioni della coreografia nazionale ed estera. Dal 2007 grazie alla collaborazione con la Regione Veneto , tramite l'Associazione A.R.CODanza, la rassegna riunisce in un unico cartellone tre città (Venezia, Rovigo, Verona) e tre teatri (Teatro Fondamenta Nuove, Teatro Studio, Teatro Camploy) che ospiteranno in periodi diversi i giovani autori.
E' parte del progetto Stagione di danza 2007.

ESTATE IN VILLA BADOER 2006-2011
Incontri con la danza

Tre appuntamenti con la danza contemporanea, ospitati nella splendida cornice della palladiana villa Badoer, rinata nella sua magnificenza dopo un lungo restauro. Un' immersione nell' arte ,nella natura, in una simbiosi perfetta tra respiro, aria, ritmo e suoni, in una concezione estetica già cara al grande architetto

VETRINADANZA

Fin dai suoi esordi la rassegna si è posta come obiettivo primario quello di offrirsi come vetrina privilegiata, proponendo i più significativi esempi di quelle che sono le differenti tendenze della danza contemporanea, le più interessanti compagnie nazionali ed internazionali provenienti da diversi percorsi artistici.
Nelle nove edizioni, la rassegna ha conquistato un proprio spazio e una propria identità esplorando un panorama ampio e articolato ospitando spettacoli che proponevano momenti e storie diverse, da quelle delle più celebri compagnie a quelle delle realtà meno note ma bisognose più di qualsiasi altre di visibilità e spazi.

TRA VILLE E GIARDINI 1999-2015
Itinerario di danza e musica nelle piazze e ville del Polesine

La rassegna Tra ville e giardini, è nata con un'idea e un obiettivo ben preciso, quello di coniugare la valorizzazione di luoghi più o meno noti della provincia di Rovigo con proposte artistiche suggestive e particolari. Con la curiosità di riscoprire e frequentare, in questi anni abbiamo dato vita ad un itinerario che si è arricchito sempre più di siti, presenze e partecipazione coinvolgendo, piazze, ville, giardini, chiese e luoghi di particolare pregio naturale.
Con l'intento e l'idea di creare una stretta simbiosi fra lo spettacolo, la sua collocazione e le suggestioni che ne derivano, il percorso ha abbracciato la danza, quella contemporanea e folk,la musica, quella classica , jazz ed etnica, il teatro di strada e l'arte del circo.
20 i Comuni protagonisti uniti da un percorso che in maniera omogenea ha interessato tutto il territorio con proposte che soddisfatto le aspettative di un pubblico che di anno in anno si è fatto sempre più numeroso ed itinerante .
Una rassegna aperta alla multidisciplinarità, caratterizzata da eventi di varia natura con spettacoli che si collocano nella terra di confine fra le diverse discipline artistiche, con proposte culturali profondamente immerse nella contemporaneità ma che rispondono anche all'esigenza della memoria storica per recuperare i tanti luoghi della provincia farli rivivere attraverso i linguaggi dello spettacolo e raggiungere i centri meno favoriti e che difficilmente sono coinvolti da attività culturali per farli diventare protagonisti di importanti eventi attraverso qualificate proposte artistiche.

DOVE IL PO DISCENDE 2006
L'acqua racconta…
I edizione


“Dove il Po discende”, è un itinerario che collega cinque comuni della provincia di Rovigo interessati dal fiume Po. Accanto a questo nastro di acqua che modella il territorio, lo trasforma, lo demolisce, la presenza umana si è arricchita di racconti, vicende, romanzi e cultura.
Con la musica, il teatro, la letteratura, la favola, il percorso, nel tracciare un sentiero attraverso una terra mutevole e affascinante caratterizzata dalla costante presenza dell'acqua, racconta la storia della gente, accomunando personaggi noti a meno noti, storie famose a storie quasi sconosciute.